Marina Carini

Direttore Dipartimento di Scienze Farmaceutiche, Università degli Studi di Milano

Marina Carini (laurea in Farmacia, 1979) è professore ordinario di Chimica Farmaceutica dal 2001 (Facoltà di Farmacia, Università degli Studi di Milano), e dal 2009 a tutt’oggi Direttore del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche. Direttore Scuola di Specializzazione post-laurea in Scienza e Tecnologia Cosmetiche (2001-2005). Coordinatore dei Corsi di Perfezionamento post-laurea in Scienze Cosmetiche (dal 2005 a tutt’oggi) e in Prodotti Cosmetici: dalla formulazione al consumatore (dal 2016). Coordinatore Dottorato di Ricerca in Chimica del Farmaco (2005-2008) e in Scienze Farmaceutiche (2012-2015). Responsabile di unità di ricerca per progetti finanziati dal MIUR (COFIN 2003 e 2005; Bando Biotecnologie Lombardia 2005) e dalla Fondazione Cariverona (Bando 2008). Nel 2003 vincitore del premio Sapio per la Ricerca Italiana: tematica TECNICHE ANALITICHE PER LA RICERCA. Nel 2016 co-investigator in un progetto europeo finanziato nell’ambito dei programmi Horizon 2020 (MARIE SKŁODOWSKA-CURIE ACTIONS: Innovative Training Networks (ITN)- European Joint Doctorate. L’attività di ricerca, inizialmente dedicata a studi sul metabolismo farmaci e alla valutazione delle potenzialità delle tecniche di spettrometria di massa in ambito analitico/bioanalitico/tossicologico, si è poi focalizzata sui seguenti argomenti: a) Metodologie bioanalitiche per lo studio in vitro e in vivo dei processi ossidativi indotti da radicali liberi; b) Peptidomica e proteomica in spettrometria di massa: studio dei processi di detossificazione di aldeidi citotossiche da parte di peptidi, caratterizzazione di proteine covalentemente modificate e interazioni ligando-proteina. L’attività scientifica si è concretizzata nella pubblicazione di 179 lavori sperimentali (169 su riviste a diffusione internazionale peer reviewed e 10 contributi in volume), 5 brevetti e in più di 250 comunicazioni/poster a congressi nazionali e internazionali. H index secondo Scopus (pubblicazioni totali dopo il 1995) = 43.


Dr. Marina Carini (degree in Pharmacy, 1979) is full professor in Medicinal Chemistry (Faculty of Pharmacy, University of Milan). Since 2009 she is Head of the Department of Pharmaceutical Sciences. Head of the post-degree High School in Cosmetic Science and Technology (2001-2005) and since 2005 and 2016 coordinator of the post-graduate courses in “Scienze Cosmetiche” and “Prodotti Cosmetici: dalla formulazione al consumatore” respectively. 2005-2008: Coordinator of the PhD in Medicinal Chemistry. Responsible of a research unit for 2/3-years projects financed from the Italian Ministry of University and Research (COFIN 2003 and COFIN 2005; Bando Biotecnologie Lombardia 2005) and from the Cariverona Foundation (Call 2008). Winner of the Sapio prize for the Italian Research (V Edition 2003). Since 2015 she is co-investigator in an European project financed in the frame of the Horizon 2020 program (MARIE SKŁODOWSKA-CURIE ACTIONS: Innovative Training Networks (ITN)- European Joint Doctorate). The research activity, initially devoted to drug metabolism studies and to the evaluation of the potentialities of mass spectrometric techniques in different analytical and bioanalytical fields, in the last 10 years has been mainly focused on the following topics: a) Bioanalytical methodologies for the in vitro and in vivo study of free radical-induced damage in biological systems; b) Peptidomics and proteomics by combined chromatographic/mass spectrometric approaches, with a particular focus on the study of the detoxification of cytotoxic aldehydes by histidine- and cysteine-containing peptides, of covalently-modified proteins and of ligand-protein interactions. She is co-author of 179 scientific articles (169 published on peer reviewed journals of relevant IF and 10 on books), 5 patents, and of more than 250 presentations (oral/poster) at national and international meetings, many of which as invited lectures. H index according to Scopus (papers published after 1995) = 43.

Keywords: 
Università, Docente, Ricercatore
Associata a Women&Tech dal: 
2013