Premio "Le Tecnovisionarie" 2008

8 settembre 2008

La conferenza “Women & Technologies” si è conclusa con l’assegnazione del prestigioso premio

Premio “Le Tecnovisionarie®” 2008
BlackBerry® “Women and Technology Award”

Milano, 8 settembre 2008. La conferenza “Women&Technologies: research and innovation” (www.womentech.info), che ha coinvolto 360 partecipanti in una giornata di interessanti riflessioni e buone pratiche sulle donne “creatrici di tecnologia”, ha trovato un’entusiasmante conclusione nell’assegnazione del premio “Le Tecnovisionarie®” 2008 – BlackBerry® “Women and Technology Award” ad una donna che ha saputo testimoniare con il proprio lavoro nel mondo della ricerca, dell'impresa o della Pubblica Amministrazione di saper coniugare creatività, innovazione e qualità della vita.

La giuria del premio era composta da: Cristina Bombelli (Università di Milano Bicocca, Esperta di Comportamento Organizzativo, Gestione del Personale e differenze di genere nelle organizzazioni); Diana Bracco (Presidente del progetto speciale Ricerca e innovazione e Expo 2015 di Confindustria); Luca De Biase (Capo redattore di “Nova24”, inserto di 'Il Sole 24 ore' su ricerca, innovazione e creatività); Elisa Greco (Esperta in Comunicazione e Pubbliche Relazioni); Gianna Martinengo (Chairperson di Donne e Tecnologie e Imprenditrice ICT); Giorgio Monaci (Direttore Settore Attività Economiche e Innovazione Provincia di Milano); Eugenio Occorsio (Caporedattore “Economia e Finanza”, inserto di “La Repubblica”); Roberto Vacca (Consulente in ingegneria dei sistemi e previsione tecnologica); Federica Villa ( Dirigente Presidenza e Relazioni Istituzionali Camera di Commercio di Milano).

Sotto la presidenza del prof. Roberto Vacca, i giurati, utilizzando il sistema di votazione online predisposto da Didael, hanno indicato la candidata più meritevole per ciascuna delle 3 Sessioni della conferenza: 1) Women and ICT in Europe; 2) Art and Affective Computing; Interaction and Dialogues in Communities on the future; 3) Innovation in Enterprises and Institutions.
In questo modo sono state individuate 3 finaliste: tra queste, quella che ha ottenuto più voti è stata decretata vincitrice del premio.

Si tratta di Fiorella Operto (Associazione Scuola di Robotica, Genova), vincitrice della Sessione Women and ICT in Europe e vincitrice assoluta, che è stata nominata “Tecnovisionaria 2008” con la seguente motivazione: «Le attività di Fiorella Operto mirate a motivare le donne a interessarsi di scienza e tecnologia e a lavorare nel campo, ha valore notevole, specialmente dato che è stata integrata da consistenti offerte di strumenti (collane di libri) . La scelta della robotica come campo preminente di impegno professionale e come settore di punta da proporre ai giovani e particolarmente alle donne, rappresenta un esempio unico di come sia possibile innalzare i livelli culturali medi e allo stesso tempo motivare i giovani a scegliere argomenti avanzati e fascinosi. Fiorella Operto sta facendo un ottimo lavoro per riconciliare la scienza e gli studi umanistici. Sta pensando oggi le tecnologie per le donne di domani».

Per la Sessione Art and Affective Computing; Interaction and Dialogues in Communities on the future la finalista è stata Nik Nailah Binti Abdullah (National Institute of Informatics, Tokyo) con la seguente motivazione: «per la creatività nell’identificare strade non ancora percorse nella ricerca informatica e per la tenacia nel perseguire risultati di straordinario potenziale applicativo».
Per la Sessione Innovation in Enterprises and Institutions si è classificata al primo posto Fiorina Facchinetti Berti (Presidente Faber System S.r.l.), con la seguente motivazione: « È un esempio notevole di una innovatrice che ha ideato e realizzato concretamente misure e imprese di successo. Il valore dei risultati che ha ottenuto sorpassa quello di risme di carta che contengano anche idee interessanti e positive ma non hanno impatti concreti.».

Un grazie a tutti coloro che hanno reso possibile questa iniziativa e appuntamento all’edizione 2009!

 

1° Premio Tecnovisionaria 2008, Sessione Women and ICT in Europe

Fiorella Operto (Associazione Scuola di Robotica, Genova), vincitrice della Sessione Women and ICT in Europe e vincitrice assoluta, che è stata nominata “Tecnovisionaria 2008” con la seguente motivazione: «Le attività di Fiorella Operto mirate a motivare le donne a interessarsi di scienza e tecnologia e a lavorare nel campo, ha valore notevole, specialmente dato che è stata integrata da consistenti offerte di strumenti (collane di libri) . La scelta della robotica come campo preminente di impegno professionale e come settore di punta da proporre ai giovani e particolarmente alle donne, rappresenta un esempio unico di come sia possibile innalzare i livelli culturali medi e allo stesso tempo motivare i giovani a scegliere argomenti avanzati e fascinosi. Fiorella Operto sta facendo un ottimo lavoro per riconciliare la scienza e gli studi umanistici. Sta pensando oggi le tecnologie per le donne di domani».

Ospiti/Relatori: 

Premio Tecnovisionaria 2008, Sessione Art and Affective Computing; Interaction and Dialogues in Communities on the future

Per la Sessione Art and Affective Computing; Interaction and Dialogues in Communities on the future la finalista è stata Nik Nailah Binti Abdullah (National Institute of Informatics, Tokyo) con la seguente motivazione: «per la creatività nell’identificare strade non ancora percorse nella ricerca informatica e per la tenacia nel perseguire risultati di straordinario potenziale applicativo». 

Ospiti/Relatori: 

Premio Tecnovisionaria 2008, Sessione Innovation in Enterprises and Institutions

Per la Sessione Innovation in Enterprises and Institutions si è classificata al primo posto Fiorina Facchinetti Berti (Presidente Faber System S.r.l.), con la seguente motivazione: « È un esempio notevole di una innovatrice che ha ideato e realizzato concretamente misure e imprese di successo. Il valore dei risultati che ha ottenuto sorpassa quello di risme di carta che contengano anche idee interessanti e positive ma non hanno impatti concreti.».

Ospiti/Relatori: